"Libero!" mostra di Mario Bianconi in arte Tarzanetto

Mostra “LIBERO!” di Mario Bianconi in arte Tarzanetto

Data: 30 Nov 2015 Autore: Alberto Maria Ottaviani Categoria: Le Mostre    Tags: , , ,

Se dovessi indicare un solo termine per definire la pittura di Mario Bianconi, in arte Tarzanetto, questo sarebbe: libera. L’arte di Tarzanetto è libera nei modi, nelle forme e nelle tecniche. Non ha legami diretti con niente e con nessuno, anche se si possono ravvisare ascendenze, che sono solo dovute a una lunga frequentazione e agli stimoli che amici di vecchia data, come Novello Bruscoli, Domenico Baldi, Piero Pellegrini od anche tutta una schiera di pittori tifernati, o che tifernati lo sono diventati per elezione, hanno avuto su di lui e viceversa.

Vi è un certo afflato surrealista che, come già avvenne allora per alcuni di quel movimento, sfocia in un anarchismo ben rappresentato dai suoi lavori. Anarchia per Tarzanetto è sinonimo del massimo rispetto per la libertà, propria e dell’altro. Nonché di pacifismo.

Il primo Manifesto surrealista del 1924, definì così il surrealismo:

« Automatismo psichico puro, attraverso il quale ci si propone di esprimere, con le parole o la scrittura o in altro modo, il reale funzionamento del pensiero. Comando del pensiero in assenza di qualsiasi controllo esercitato dalla ragione, al di fuori di ogni preoccupazione estetica e morale. »

 

Epigono terricolo del surrealismo, Tarzanetto, non esita ad applicare le conoscenze che il mestiere di falegname, che è stato la sua professione, gli ha insegnato. Le sue radici sono profondamente inserite in questa terra aspra, in questa Umbria profonda, da dove sono nati, partiti e poi ritornati, artisti che hanno segnato tutta la Storia dell’Arte. L’arte è sempre contemporanea, perché siamo noi ad essere presenti al suo cospetto. Nel momento in cui viviamo, l’arte vive con noi. Dobbiamo lasciarci andare dinnanzi ai lavori di Tarzanetto, senza preclusioni di sorta e senza veli sugli occhi. Solo così potremo apprezzarne tutta la sua essenza, la sua Libertà. Come foglia che vola controvento, come pioggia che sale dal terreno, come sasso che rotola in salita, questo è lo spirito libero di Tarzanetto.

W Tarzanetto! Tarzanetto Libero!!!

Marco Baldicchi