"Color" di Andrea tana, Mostra di pittura di olii su tela e su legno

“Color” di Andrea Tana

Data: 26 Giu 2018 Autore: Alberto Maria Ottaviani Categoria: Le Mostre    Tags: , ,

Color

Un titolo più immediato ed evocativo di questo non si poteva trovare per la mostra di Andrea Tana. Il colore è l’elemento-base della sua pittura e nello stesso tempo è la parola-tenda che racchiude un’intera esistenza dedicata all’arte.

Ci dice anche che la selezione delle opere in mostra non è basata su un tema specifico né su un determinato periodo.

L’artista ha appena salvato dall’inondazione della Senna la sua produzione parigina. E mancano tutti gli splendidi ritratti. Ma, a detta di Andrea, è una scelta molto personale perché il “fil rouge” è l’amore per il colore.

Una cosa colpisce di queste tele: la straordinaria ricchezza della luce. Possono essere paesaggi dipinti “en plein air” o interni di abitazioni o il suo atelier a Londra o al Monte Santa Maria Tiberina. Se nei paesaggi la luce riflette le sfumature del giorno e delle stagioni, negli interni la luce nasce dagli oggetti di cui si circonda, provenienti dai tanti viaggi. Con questi Andrea allestisce un suo teatro intimo.

Che mescola i ricordi, le suggestioni di maestri come Matisse e Dufy, il Giappone e il Rinascimento italiano coi miracoli imprevedibili della quotidianità.

Come l’ingresso nel suo studio di cinque gattini – il titolo del quadro: “I visitatori” – che si mettono a giocare spavaldi con tele e pennelli. O il rito giornaliero del tè, scandito in una cornice di porcellane antiche, esotiche sedie da giardino e trionfi di fiori. E persino la macchia screziata del mondo di volatili che abita i boschi intorno.

Per il visitatore più interessato, in un contenitore sono custodite le serigrafie che nel 1989 la “Carnival Corporation” ha commissionato ad Andrea Tana per arredare le cabine e i saloni delle sue navi da crociera. Stampate da “Advanced Graphics” di Londra le serigrafie giocano sui temi del ventaglio, delle conchiglie marine, delle scene mitologiche riprese dai vasi greci.Last but not least, il luogo che ospita la mostra, è la galleria della “Tipografia Grifani Donati 1799” che fin dal 2006 ha iniziato a collaborare con Andrea Tana con una prima mostra “Incisioni”, una seconda “Fans” di ventagli dipinti, e “Tutti Frutti” del 2014 curata dal sottoscritto.

Ivan Teobaldelli

“Color” inaugura giovedì 28 giugno alle ore 18.30 e rimarrà fino al 30 settembre 2018.

 

Color

You could not find a more immediate and evocative title for Andrea Tana’s new exhibition. Colour is the base element of her painting and, at the same time, is the word that encloses a whole life dedicated to art.
It also tells us that the selection of the works on display is not based on a specific theme nor executed over a certain period.

 The artist has just rescued her Parisian production from the Seine floods. And we won’t find here all her beautiful portraits. But, according to Andrea, this is a very personal selection because the fil rouge here is the love of colour.

One striking thing about these paintings: the extraordinary richness of light. They might be landscapes painted en plein air or house interiors or from her ateliers in London or Monte Santa Maria Tiberina.

If in the landscapes the light reflects the nuances of the day and the season, in the interiors the light is born from the objects that surround it, products of many journeys. With these Andrea sets up her own intimate theatre.

Which mixes memories, inspirations from masters like Matisse and Dufy, Japan and the Italian Renaissance with unpredictable miracles of everyday life. Like the entry into her studio of five kittens – the title of the painting: Visitors – who start playing daringly with canvases and brushes. Or the daily ritual of tea, performed in a frame of antique porcelain, exotic garden chairs and a centre-piece of flowers. Or even in the mottled scrubland’s world of the birds that inhabit the woods around.

For the especially interested visitor, there are the serigraphs [fine silkscreen prints] kept in a container that in 1989 the Carnival Corporation commissioned from Andrea Tana to furnish the cabins and saloons of its cruise ships. Printed by Advanced Graphics of London the serigraphs play on the themes of the fan, of marine shells and mythological scenes taken from Greek vases.

Last but not least, the place that hosts the exhibition, is the gallery of the Tipografia Grifani Donati 1799 that has worked with Andrea Tana since 2006 with a first exhibition Incisioni, a second Fans of painted fans, and Tutti Frutti in 2014 and curated by the author of this piece.

 Ivan Teobaldelli

“Color” opens on Thursday 28 June at 6.30 pm and runs until 30 September 2018.